x

PSYCHOCANDY / Press

“...Mi chiedo come facciano a fare il verso ai Cure e poi infilare un pezzo strumentale lungo più di 7 minuti. E a ritornare di nuovo alle voci new wave, quelle che quasi non si sentono per quanto fiato – ed effetti vari – ci fanno passare in mezzo. Mi basta guardare il retro del cd per capire: “Eyescream” è una raccolta, un riassunto di quello che hanno fatto in sei anni di musica. Faccio due conti, accoppio le tracce, ed ecco che il quadro si fa più chiaro. Le composizioni più recenti si allontanano un po’ dalla casa base – il pop dark anni ’80 che traspira dalle chitarre, dalle tastiere e dalle voci – per tentare anche la via strumentale, supportata da suoni più elettronici, quasi noise...”

“...Attenzione, perché nonostante il nome del gruppo umbro, dei Jesus and Mary Chain qui non c’è traccia. Mentre i fratelli Reid generavano una trance lisergica modellando incantevoli melodie (riciclando, direbbero i maligni come me), Proietti e soci fanno leva su sensazioni forti, create accostando un sound ipnotico a un cantato drammatico. Le emozioni più estreme arrivano quando i brani si dilatano in gelidi strumentali, creando un sottile piacevolissimo senso di angoscia. Spersi nella foresta dei Cure, gli Psychocandy ritrovano la propria identità in uno stile originale, che guarda al passato ma si spinge oltre, consci che il semplice revival non paga. Chi sarebbe disposto a rinunciare a una simile magia nera? ...”

“... Il loro cuore sobbalza nella Manchester bieca, dove vi sono arrivati anche in tour; le loro ritmiche, le liriche si aggrovigliano acide a chitarrismi abrasivi che stingono a iosa un già sbiadito sole. È questa interiorità che dona potere alle canzoni dei Psychocandy e in “The wave” c’è tutta la padronanza di abbattere totalmente le difese emotive di chi ascolta, di strappare a forza di furia esistenziale ancora uno dei rari sorrisi tristi di Ian.”

“White Light Eventi e Urban Club di Perugia sono lieti di presentare, in data unica italiana , il concerto dei White Rose Movement (www.myspace. com/whiterosemovement) che saranno gli ospiti d’eccezione della seconda serata di Sunglasses at Night il 5 Dicembre e saranno supportati in apertura da Psychocandy (www.myspace.com/psychocandyband), band locale post-punk attiva dal 1999 appena tornata da Londra per promuovere il loro nuovo cd.”

“Gli Psychocandy, da non confondere coi loro omonimi scozzesi, sono una band dark di Perugia nata nel 99, che ha già all'attivo 6 album e che ha già suonato con gruppi come Diaframma, Meganoidi, Chrik e Monozid per citarne alcuni. Il sito, con la loro biografia tradotta in ben cinque lingue dà l'idea della loro spinta esterofila non solo musicale, ma anche di ricerca di pubblico e quindi promozionale. L'ispirazione del gruppo è marcatamente inglese anni 80, ma non ne risente, in quanto il piglio è assolutamente personale e graffiante, ci sono delle buone idee ed il genere sicuramente trae nuova vita da loro, grazie soprattutto ai riff di chitarra molto rock n' roll. Bellissima la ballata "Darkroom", coinvolgente "Empty desires". C'è ancora del lavoro da fare per quanto riguarda il livello sonoro che appare troppo caotico e disomogeneo, non coerente con la proposta musicale e compositiva fornita, ma non è un problema insormontabile, ci si può arrivare: forse varrebbe la pena inga”

“...Prima del duo, sul palco del Club di Boneggio una gloriosa band perugina, gli PSYCHOCANDY, che festeggia per l'occasione i primi 10 anni di attività, un nuovo CD in arrivo, intitolato "X temptation" ed un vero e proprio Tour in Inghilterra in partenza ai primi di Novembre: il gruppo perugino, che fin dalle origini ha denotato un amore sviscerato per la "new-wave" britannica e le sue atmosfere, tra "dark", decadenza e grigiore autunnale, ha comunque saputo nel tempo svincolarsi dai modelli originari per creare uno stile moderno, personale e ben elaborato dal punto di vista dei testi, delle sonorità e dell'impianto melodico...”

“monozid: prima di sbarcare nella prossima primavera negli states, a dicembre termina in italia la lunga tournee europea del gruppo rivelazione del post-punk targato "germania 2009". il 30 dicembre il quartetto di lipsia passa per perugia per presentare il nuovo album "say hello to artificial grey" con un live che si promette interessantissimo. Ad aprire la serata "i padroni di casa" psychocandy che saluteranno con uno short-live questo profiquo 2009 in cui hanno festeggiato il loro decimo anno di attivita' con il nuovo album "x temptation" e che li ha visti di scena in alcuni locali di londra lo scorso novembre.”

“Ormai sono più di dieci anni che i Psychocandy suonano il loro rock new wave. E mentre noi, qui in Italia, ci stiamo ancora chiedendo chi cazzo sono questi Psychocandy loro suonano all’estero convincendo pienamente il pubblico inglese e tedesco. Premetto che non li conoscevo neanch’io prima di imbattermi nel loro nuovo lavoro X Temptation, ma io di mestiere non devo andare in giro per la nostra nazione in cerca di super gruppi ne tanto meno ho una etichetta discografica che ha il compito di trovare e coltivare le nostre band più meritevoli.”

“I componenti della band perugina Psychocandy, attiva dal 1999 nell’autoproduzione della propria musica, prendendo spunto dal legame artistico che ha permesso di condividere più volte sullo stesso palco la propria musica e le performance poetiche di Yzu Selly, organizza un Happening artistico che prevede la simultaneità di esposizioni di opere artistiche e di azioni performative, il tutto eseguito da un collettivo spontaneo formato per la maggior parte da artisti perugini anch’essi segnati da diversi tipi di collaborazione con il poeta, con l’intento di continuare a condividere la forza e le emozioni lasciateci in eredità dalle sue performance recitative, dal suo materiale letterario, e dal suo impegno per la realizzazione di eventi artisticamente multidisciplinari, come le diverse edizioni del Festival di Immoralia svoltosi a Perugia tra il 2000 e il 2004, eventi passati che comunque hanno s!egnato negli spazi sociali della città momenti cruciali di aggregazione sociale e cul”

“I componenti della band perugina Psychocandy, attiva dal 1999 nell’autoproduzione della propria musica, prendendo spunto dal legame artistico che ha permesso di condividere più volte sullo stesso palco la propria musica e le performance poetiche di Yzu Selly, organizza un Happening artistico che prevede la simultaneità di esposizioni di opere artistiche e di azioni performative, il tutto eseguito da un collettivo spontaneo formato per la maggior parte da artisti perugini anch’essi segnati da diversi tipi di collaborazione con il poeta, con l’intento di continuare a condividere la forza e le emozioni lasciateci in eredità dalle sue performance recitative, dal suo materiale letterario, e dal suo impegno per la realizzazione di eventi artisticamente multidisciplinari, come le diverse edizioni del Festival di Immoralia svoltosi a Perugia tra il 2000 e il 2004, eventi passati che comunque hanno s! egnato negli spazi sociali della città momenti cruciali di aggregazione sociale e cu”

“PsychocandYzu ... in ricordo di un artista. Gli Psychocandy organizzano un festival One-day-shot per ricordare non solo un grande artista-poeta ma anche un meraviglioso collaboratore: Yzu Selly.”