x

You are using an outdated browser. Please upgrade your browser to improve your ReverbNation experience.

HIDDEN DISEASE / Press

“La tecnica c’è, la durezza pure, ma…iniziamo con ordine.... Scevro da qualsiasi esperienza precedente nell’elettronica, il nostro Damy ”malato immaginario-e-nascosto” si è buttato a capofitto nei meandri oscuri dei bit e del beat. Eppure eppure eppure, cambiando l’ordine dei fattori (o meglio, cambiando gli strumenti), la somma non cambia: l’influenza death-metalcore si sente, eccome, e la “cattiveria” (mi si perdoni un termine così smaccatamente puritano) c’è tutta. Atmosfere concitate e pulsanti fanno da contorno a ritmiche da fine del mondo, continui crescendo e diminuendo fanno in modo che la musica di HIDDEN DISEASE portino ad un virtuale viaggio sulle montagne russe. Notevole Dark-LamenTechno, dove la potenza della musica e la dolcezza dell riff vocale vanno a braccetto, e notevole pure è Last Calling, bastardaggine allo stato puro. Un buon inizio, buone prospettive, e che il germe della follia lo contagi ancora di più. Forse dovrebbe essere quella, la ”

Radio Interstella (ITA)
Feedback